Adr nelle mani di Gemina

17 Giugno 2007 - Adr, la società che controlla l'aeroporto di Fiumicino, ritorna oggi, 17 giugno, in mani tutte italiane.
Gemina ha acquisito dagli australiani di Macquaire la quota del 44,7% in loro possesso per un controvalore di circa 1,24 miliardi di euro.

La famiglia Romiti ha annunciato la decisione di esercitare l’opzione per uscire da Investimenti Infrastrutture, la cassaforte che ha in mano il 23,9% di Gemina.

Le riunioni del patto della finanziaria ed il seguente consiglio d' amministrazione della controllata Leonardo renderanno ufficiale la proposta di acquisto della quota in possesso degli australiani.
L’ operazione è garantita da un prestito di Capitalia e Mediobanca, in attesa dell’aumento di capitale.

La vittoria del fondo Clessidra di Claudio Sposito e di Sintonia della famiglia Benetton, supportati dalle due banche, coincide con la fine dell' avventura Romiti in Gemina. La famiglia dell' ex presidente Fiat era entrata in constrasto con gli altri soci, che li avevano estromessi dalle principali cariche.

L' uscita di Romiti è prevista per novembre con la cessione di una quota del 34% di Investimenti Infrastrutture, del valore di 150 milioni di euro.
Con l' uscita del manager romano prende corpo la nuova Gemina: oltre ad Investimenti Infrastrutture si confermano Mediobanca ed entra la famiglia Toti.

Maurizio Zani - XageneFinanza2007



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer