Arriva il maxi bond di Telecom Italia


29 Ottobre 2009 - Anche Telecom Italia si appresta ad emettere una maxi obbligazione destinata ai risparmiatori: per la prima volta nella gestione Bernabè, il gruppo telefonico seguirà le orme di altri grandi gruppi che già si sono rivolti al mercato retail per acquisire liquidità.

Secondo le prime voci, il tetto della nuova emissione potrebbe essere fissato in 2 miliardi di euro, con termine il 31 marzo 2010.
A spingere Telecom Italia ad accelerare il progetto ha sicuramente contribuito il nuovo boom che stanno vivendo le obbligazioni corporate.

Tra le novità di quest’emissione ci potrebbe essere quella che agli investitori verrebbe concessa l’alternativa di sottoscrivere i nuovi titoli o pagando in contanti o con il concambio di vecchie obbligazioni.
Ma la novità più vistosa potrebbe essere quella di un’offerta pubblica di acquisto fino a 2 miliardi sui bond del gruppo.

Telecom Italia, che non lascia trapelare informazioni al riguardo, potrebbe in pratica lanciare un’Opa del valore di 2 miliardi di euro per acquistare le proprie obbligazioni in circolazione, incassandone però altrettanti con i nuovi titoli.
La procedura non è tuttavia semplice poiché, costituendo una sollecitazione di pubblico risparmio, dovrebbe essere svolta sotto il controllo della Consob.

Il prestito dovrebbe avere una durata di 2 o 3 anni, dovrebbe esser emesso in più tranche e quotato in Italia. E’ prevista inoltre una collocazione istituzionale anche all’estero ed i sottoscrittori potranno scegliere se pagare in contanti od offrire obbligazioni Telecom Italia già in circolazione.

Resta da stabilire l’eventuale rapporto di cambio tra i vari titoli e quali obbligazioni saranno ammesse al concambio.

Maurizio Zani - XageneFinanza2009



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer