Borse: ancora una giornata da dimenticare


20 Novembre 2007 - L' incubo dei mutui subprime è tornato a colpire nuovamente le borse.
Si riaccendono i timori per un rallentamento dell'economia statunitense. Le società di rating stanno declassando le più importanti banche internazionali.

A tutto ciò si aggiungono le diffuse paure per le perdite che molte società finanziarie dovranno registrare nelle operazioni che riguardano i derivati.

Il nuovo clima sfavorevole si è subito ripercosso ieri, lunedì, sulle borse di tutto il mondo, anche se le avvisaglie, partite in sordina da Tokyo, non lasciavano prevedere un nuovo crollo.

Tra i mercati più importanti, Londra ha chiuso a -2,7%, Zurigo a -2,45%, e Milano a - 2,4 % con l'indice S&P- Mib.

Complessivamente si parla di una volatilizzazione, in termini di capitalizzazione, di oltre 185 milioni di euro nella sola zona europea.

Negativa anche Wall Street, con il Dow Jones a -1,65% ed il Nasdaq a -1,66%.

Per Alessandro Profumo, a.d. di Unicredito, per vedere la luce in fondo al tunnel bisognerà attendere il primo semestre del 2008.

XageneFinanza2007



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer