Crac Cirio: 35 rinvii a giudizio


26 Settembre 2007 - L'inchiesta preliminare riguardante il crac Cirio si è conclusa e sono stati rinviati a giudizio l'ex patron del gruppo, Sergio Cragnotti, il presidente di Capitalia e del consiglio di sorveglianza di Mediobanca, Cesare Geronzi, l'ex amministratore delegato dell'allora Banca Popolare di Lodi, Giampiero Fiorani ed altri 32 imputati, oltre alla società di revisione Deloitte & Touche, indagata però come persona giuridica.

Quello che attende ora gli imputati è un processo per bancarotta fraudolenta per il fallimento del gruppo che nel 2003 fece andare in default obbligazioni per 1.120 miliardi di euro emesse tra il 2000 ed il 2002.

Il processo prenderà il via il 14 marzo 2008.

Nell’udienza preliminare, giugno 2006, è stata chiesta di costituzione di parte civile di circa 1.500 persone, contro i circa 12.000 risparmiatori che per la procura di Roma sarebbero rimasti coinvolti nel fallimento del gruppo.

I filoni di indagine, che hanno impegnato i magistrati del foro di Roma, sono tre: quello sul dissesto dell'azienda agro-alimentare, quello relativo alle presunte responsabilità delle banche nelle operazioni ritenute illecite e quello relativo al ruolo degli organi di controllo.

Maurizio Zani - XageneFinanza2007



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer