Dopo 25 anni l’Eni ritorna in Arabia Saudita


29 Gennaio 2004 - Dopo un periodo di 25 anni l'Arabia Saudita ha riaperto alle compagnie petrolifere straniere i diritti di ricerca e sfruttamento del suo sottosuolo.

L'ENI, assieme a Repsol e Aramco, si è aggiudicata una gara internazionale che prevede il diritto di sfruttamento per 40 anni di una superficie di 51.000 km2 in una zona dove sono presenti circa il 25 % delle riserve mondiali di petrolio.

Con questo accordo la società italiana si riaffaccia sul mercato dell'esplorazione petrolifera in Arabia dove era uscita nei primi anni 70 alla vigilia della nazionalizzazione dei giacimenti decisa dalla monarchia saudita , avvenuta nel 1975. ( MZ - Xagena )



Xagena.it



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer