E’ l'ora delle Banche Popolari


1 Settembre 2006 - La recente fusione tra Sanpaolo e Banca Intesa ha riacceso i riflettori sul risiko bancario.
In attesa dei movimenti da parte delle grandi escluse, si muove per ora il variegato mondo delle Banche Popolari.

La giornata del 30 agosto ha visto il toro primeggiare a Piazza Affari, soprattutto tra quegli istituti candidati alle probabili nozze con la Banca Popolare Italiana ( Bpi ).
Buona la performance della Banca Popolare di Milano ( Bpm ), che ha sfiorato il 6 % , spinta dal giudizio favorevole da parte di Merrill-Lynch su un' eventuale alleanza con la ex-Lodi.

Positivi anche i risultati della Banca Popolare dell' Emilia Romagna ,sopra il 2 %, e della Banca Popolare di Verona e Novara, +0,67%, che sta anche valutando una possibile integrazione con la Cattolica Assicurazioni.

E' comunque la Banca Popolare di Lodi al centro dell' interesse: giovedì 31 si è riunito il c.d.a. per esaminare le proposte di fusione raccolte dagli advisor Mediobanca e Rothschild.
La decisione definitiva verrà probabilmente presa nella prossima riunione del consiglio lodigiano, prevista per il 13 settembre.

Maurizio Zani - XageneFinanza2006



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer