Enel lancia l'opa ?


12 Marzo 2006 - Potrebbe essere la maggiore opa europea dall' inizio della moneta unica.

Il controllo del 51 % di Suez potrebbe infatti costare all' Enel non più di 25-27 miliardi di euro: fondamentale risulterà essere la congruità dell' eventuale offerta formulata dal management italiano: se sarà troppo bassa rischierà di fallire ,al contrario in presenza di un' offerta troppo alta tutti gli azionisti saranno intenzionati alla cessione delle loro quote .

Tenuto conto che il nocciolo duro di Suez raccoglie circa il 20 % delle azioni, il gruppo di banche disposte a finanziare Enel potrebbe ritrovarsi con numerose frecce al proprio arco: la coordinatrice Mediobanca è pronta ad un' esposizione di 2 miliardi di euro, seguita da Intesa ( 5 miliardi disponibili ), Istituto San Paolo ( 4 milardi ), Capitalia e Montepaschi con 2 miliardi ciascuno.

Tra gli istituti stranieri disposti a concorrere all' opa figurano Crédit Suisse, Deutsche Bank, Dresdner Bank e la Royal Bank of Scotland. I giochi sono ancora aperti.

Maurizio Zani - XageneFinanza2006



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer