Gruppo Seat Pagine Gialle: forte crescita dei ricavi online Italia a +55.7%


12 Novembre 2010 - Nei primi nove mesi del 2010 i ricavi consolidati si sono attestati a 777,2 milioni di euro in calo dell’8,9% rispetto ai primi nove mesi del 2009 grazie alla forte crescita dell'online in Italia. A parità di edizioni pubblicate e di tassi di cambio tra euro e sterlina la diminuzione dei ricavi è stata del 8,1%.

La composizione dei ricavi è la seguente:

Directories Italia ( Seat Pagine Gialle S.p.A .): nei primi nove mesi del 2010 i ricavi si sono attestati a 609,6 milioni di euro, in diminuzione del 9,0% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente. A parità di edizioni pubblicate la diminuzione dei ricavi è stata del 7,3%. La performance dell'offerta core ( carta-internet-telefono ) ha presentato un andamento migliore rispetto agli altri prodotti grazie, in particolare, alla crescita delle attività internet sostenute dalla continua innovazione di prodotto. A pesare sulla contrazione dei ricavi sono stati il calo dei ricavi da traffico telefonico generati dai servizi 89.24.24 Pronto PagineGialle e di 12.40 Pronto PagineBianche e il calo dei ricavi di alcuni prodotti minori.

Directories UK ( gruppo Thomson Directories ): i ricavi dei primi nove mesi del 2010 sono stati pari a 49,5 milioni di euro, in calo rispetto allo stesso periodo del 2009 di 5,1 milioni euro ( 5,9 milioni di sterline ). A parità di elenchi pubblicati i ricavi nei nove mesi del 2010 hanno fatto segnare un calo del 16,7% rispetto a settembre 2009. In lieve crescita i ricavi internet a seguito del lancio dell'offerta di prodotti multimediali.

Directory Assistance ( gruppo Telegate, Pagine Gialle Phone Service S.r.l. e Prontoseat S.r.l .): i ricavi al 30 settembre 2010 si sono attestati a 108,6 milioni di euro, in diminuzione del 13,7% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente, per effetto della flessione registrata nel gruppo Telegate e della cessione, a fine maggio 2010, dei call center di Torino e Livorno. In particolare i ricavi del gruppo Telegate in Germania si sono attestati a 85,2 milioni di euro con un calo del 7,6% rispetto ai primi nove mesi del 2009 dovuta alla persistente contrazione del mercato di Directory Assistance, solo in parte compensata dalla crescita dei ricavi internet.

Altre attività ( Europages S.A., Cipi S.p.A. e Consodata S.p.A. ): i ricavi, pari a 33,5 milioni di euro nei primi nove mesi 2010, sono in diminuzione di 4,2 milioni rispetto ai primi nove mesi del 2009 in particolare per il calo dei ricavi in Europages e in Cipi.

Nei primi nove mesi del 2010, il margine operativo lordo ( MOL ) si è attestato a 354,1 milioni di euro, in diminuzione di 50,6 milioni rispetto allo stesso periodo del 2009. La marginalità operativa dei primi nove mesi del 2010 si è attestata al 45,6%.

Il risultato operativo prima degli ammortamenti, degli oneri netti non ricorrenti e di ristrutturazione ( EBITDA ) nei primi nove mesi del 2010 è stato di 329,8 milioni di euro, in diminuzione di 34,8 milioni rispetto allo stesso periodo del 2009, con una marginalità operativa rimasta elevata e stabile ( 42,4%, rispetto a 42,7% nei primi nove mesi del 2009 ) grazie alle azioni mirate di contenimento dei costi operativi.

Il risultato operativo ( EBIT ) si è attestato nei primi nove mesi del 2010 a 268,2 milioni di euro in crescita rispetto a 106,1 milioni nei primi nove mesi del 2009, con un'incidenza sui ricavi pari al 34,5% ( 12,4% nello stesso periodo del 2009 ). L'EBIT ha beneficiato di minori ammortamenti extra-operativi relativi al Customer DataBase della Capogruppo il cui processo di ammortamento si è concluso nel luglio 2009; inoltre al 30 settembre 2009 è stata iscritta una svalutazione del goodwill riferito alla controllata inglese Thomson Directories pari a 91,8 milioni di sterline.

Il risultato del periodo, di competenza del Gruppo, è positivo e pari a 39,9 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai primi nove mesi del 2009 ( negativo per 76,8 milioni di euro).

Il free cash flow operativo generato nei primi nove mesi del 2010 è stato pari a 301,1 milioni di euro, in diminuzione di 27,2 milioni rispetto allo stesso periodo del 2009 principalmente a causa di un andamento meno favorevole del capitale circolante operativo. La minore generazione di cassa del capitale circolante operativo è stata compensata dai minori investimenti industriali, seppur mirati su aree di business strategiche, come lo sviluppo di nuovi prodotti Internet.

L'indebitamento finanziario netto di 2.721,1 milioni di euro al 30 settembre 2010 è in diminuzione di 41,7 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2009 nonostante i maggiori oneri finanziari e i costi sostenuti per l'emissione del prestito obbligazionario ( Senior Secured Bond ).

XageneFinanza2010



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer