La Fiat torna sopra i 10 euro


10 Ottobre 2009 - Negli ultimi periodi borsistici la Fiat si era avvicinata svariate volte alla soglia psicologica dei 10 euro, senza però riuscire a superarla. Ma col balzo di oltre il 5% registrato ieri, in chiusura di settimana a Piazza Affari, il traguardo è stato finalmente raggiunto, toccando quota 10.33.

L’azione del titolo del Lingotto non toccava questa soglia dal mese di settembre del 2008.
Con la seduta di venerdì sono stai scambiati oltre 78 milioni di titoli, che rappresentano circa il 7% del capitale.

Il motivo del rialzo è da ricercarsi soprattutto nell’annuncio fatto da Sergio Marchionne del ritorno al profitto della controllata Chrysler entro 2 anni.

Sul titolo Fiat sono giunti numerosi giudizi positivi; in testa il report di JP Morgan, che ha portato il prezzo obiettivo di Fiat a 16.8 euro, seguita da Banca Akros, che ha consigliato l’acquisto del titolo.
Più cauti, per il momento, i giudizi di Unicredit e Mediobanca, anche se anch’essi concordano sul buono stato di salute dei conti della società torinese, nonostante le incognite della crisi.

Ulteriore linfa al titolo a Piazza Affari è giunta inoltre dalle cifre rese note dall’Istat sulla produzione industriale in Italia, ad agosto. Ha colpito il dato sulla produzione automobilistica, in crescita di oltre il 45%, anche se non bisogna dimenticare che il dato si confronta con quello particolarmente pesante relativo ad agosto 2008.

Maurizio Zani - XageneFinanza2009



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer