La semestrale di Pirelli


6 Agosto 2008 - La svalutazione della quota in Telecom Italia, che ha inciso per oltre 150 milioni di euro, ha contribuito a far chiudere in perdita ( 9,5 milioni di euro ) il primo semestre 2008 della Pirelli.

La pulizia dei conti ha tuttavia messo le ali al titolo azionario che ha chiuso la seduta con un guadagno di oltre 7 punti percentuali.

Il gruppo, guidato da Tronchetti Provera, ha presentato nel primo semestre 2008 ricavi in crescita del 2,7%, a 2.685 milioni di euro, mentre il margine operativo lordo ( mol ) è sceso lievemente da 326,5 a 318,8 milioni.

Anche la divisione pneumatici del gruppo, la Pirelli Tyre, ha visto crescere i propri ricavi del 3% e scendere contemporaneamente del 5% il mol.

La Pirelli dovrebbe chiudere l’anno in corso in linea con il 2007, sempre se non si verificheranno ulteriori deterioramenti dei mercati di riferimento.

Appaiono invece improntate alla prudenza le previsioni della controllata per il settore immobiliare, la Pirelli Re, alle prese con la crisi finanziaria internazionale che ha colpito pesantemente il settore immobiliare.

L’amministratore delegato, Puri Negri, ha ribadito che non modificherà la politica di distribuzione dei dividendi, anche se la società si sta muovendo in un ambiente attraversato ancora da turbolenze.

Il Consiglio di Amministrazione di Pirelli Re ha deciso di diminuire la partecipazione nella società operativa dei magazzini Upim dal 50 al 20%.

Maurizio Zani - XageneFinanza2008



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer