L'accordo Fiat-GM


21 Febbraio 2005 - L'obbligo di acquistare il 90% di Fiat Auto è costato alla General Motors 1,55 miliardi di euro, di cui 1 miliardo già versato ed il resto al termine delle pratiche di “divorzio", quantificate in 90 giorni.

I termini dell'accordo hanno previsto anche la cessazione di alcune relazioni industriali iniziate tra i due gruppi: Fiat si è vista restituire il 10% di Fiat Auto ed inoltre sono state sciolte le due società in comune, Powertrain e Purchasing.

Rimarranno tuttavia in essere alcuni accordi tra le due società: GM ha acquisito il 50% della fabbrica polacca di motori diesel di Bielsko Biala, settore nel quale i due gruppi continueranno a collaborare nello sviluppo di piattaforme comuni.

Con questo accordo Fiat tira un poco il fiato e può tamponare una situazione finanziaria non rosea proprio a causa delle perdite di Fiat Auto.
Tuttavia si aprono per la società torinese scenari di incertezza in quanto la competizione nel mercato dell'auto si fa sempre più difficile e competitiva e trovare nuovi soci industriali potrebbe non essere così semplice.

Maurizio Zani - XageneFinanza2005


Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer