Le principali banche italiane stanno appoggiando il piano di ristrutturazione finanziaria di Fiat


28 Maggio 2002 - Le principali banche italiane creditrici ( IntesaBCI , SanPaolo-Imi , Banca di Roma ) hanno approvato in linea di massima il piano di ristrutturazione finanziaria di Fiat, anche se i dettagli verranno definiti in seguito.
Atteggiamento più prudente da parte di Unicredit e Bnl.

Nei primi 3 mesi del 2002 Fiat Auto ha ptodotto perdite operative per 429 miliardi di euro.
Inoltre Fiat ha perso quote di mercato in Europa , scendendo al 7,9%.

Per tranquillizzare il mercato i dirigenti Fiat hanno dichiarato che Fiat rimarrà nel settore Auto e che difficilmente eserciterà tra il 2004 ed il 2009 il put ( diritto a vendere ) , cedendo il restante 80% di Fiat Auto a General Motors

Wall Street Journal ha riferito che General Motors potrebbe assumere il controllo di Fiat Auto prima del 2004.

Tuttavia l’investimento in Italenergia , che si fonderà fra poco con Edison , indica che Fiat è già pronta a traghettare dalle automobili al settore energia. ( Xagena 2002 )



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer