L'Eni ha acquistato Distrigas da Suez


13 Giugno 2008 - Nell’ambito della sua espansione all’estero l’ Eni ha messo a segno un colpo importante: l’acquisto da Suez del 57% del capitale della società belga Distrigas.

Distrigas è una società piccola rispetto al colosso italiano; nel 2007 ha chiuso i conti con un fatturato di poco superiore ai 4,2 miliardi di euro rispetto agli oltre 87 miliardi dell italiana, ed ha iscritto a bilancio un utile netto di circa 300 milioni contro i 10 miliardi di euro dell’Eni.

Questa operazione ha però un’importante valenza strategica, perché Distrigas vende gas non solo in Belgio, ma anche in Francia, Germania, Olanda e Lussemburgo.
In più, la società acquistata dall’Eni è proprietaria di una buona parte delle infrastrutture che collegano la rete del gas continentale a quella inglese, risultando così uno snodo strategico per la vendita del gas in Europa.

Secondo gli analisti di Soldisette, il prezzo dell’acquisizione non risulta particolarmente elevato ed inoltre solo una minima parte verrà pagata in contanti.
In cambio, però, l’Eni girerà a Suez alcune sue attività tra cui la rete di distribuzione del gas di Roma, partecipazioni in alcuni campi esplorativi ed un remunerativo contratto di approvvigionamento di gas relativo a giacimenti nel golfo del Messico.

La strategia della società guidata da Scaroni sta portando il gruppo italiano ad essere sempre più un protagonista di rilievo nel campo dei produttori di petrolio e derivati: è di oggi la notizia di un prolungamento fino al 2042 di alcuni contratti di estrazione in Libia, dove il cane a sei zampe produce attualmente 300.000 barili di greggio al giorno ed il potenziamento del gasdotto che collega la coste libiche con la Sicilia.

Maurizio Zani - XageneFinanza2008



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer