Montepaschi: quali prospettive ?


13 Giugno 2008 - Il Monte dei Paschi di Siena, la storica banca toscana, ha recentemente annunciato la conclusione dell’aumento di capitale, che è stato interamente sottoscritto.
Tale notizia positiva si va ad aggiungere all’altra buona notizia di questi tempi, la conclusione dell’acquisto della Banca Antonveneta che, sebbene annunciata fin da novembre 2007, ha visto solo ora la conclusione.

Pur se ci troviamo di fronte a due passi importanti nella strategia dell’istituto toscano, tuttavia l’orizzonte sembra ancora abbastanza accidentato: il costo della Antonveneta sembra infatti che sia stato troppo elevato e non mancherà di far sentire i suoi effetti pesanti sulle casse del gruppo.

Proprio l’ acquisizione di Antonveneta è, inoltre, alla base della decisione dell’agenzia di rating Ficht di ridurre il giudizio sul gruppo senese da A+ ad A, a causa del peggioramento del rapporto tra patrimonio e rischi, e soprattutto della cattiva qualità dei crediti vantati da Banca Antonveneta, appesantiti da una elevata percentuale di mancati recuperi.

Il quadro non particolarmente roseo viene inoltre completato dai dati dei primi tre mesi del 2008, che vedono l’utile salire del 4%, con la remuneratività inferiore a quella media del settore bancario europeo.

Maurizio Zani - XageneFinanza2008



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer