Nuova tensione sul petrolio


24 Settembre 2004 - Dopo alcuni giorni in cui il prezzo del petrolio era sceso a valori meno “infiammati", ora si registrano nuove tensioni sui mercati, che hanno fatto tornare il greggio a 49 dollari.

Ieri, 23 settembre, il contratto future sul Light Crude ha nuovamente raggiunto quota 49 dollari, solo 40 centesimi in meno del record storico fissato il 20 agosto scorso.
Motivo di questo nuovo strappo del greggio sono state le preoccupazioni degli operatori sulle scorte di petrolio.

Sulla scia del petrolio Usa anche il Brent, il petrolio di riferimento europeo, ha toccato il suo massimo di sempre attestandosi a 45,75 dollari il barile.

Il dollaro ha pagato questa incertezza ed è sceso rispetto allo yen.

C’è timore che il caro greggio possa condizionare la crescita economica americana ed europea.

Maurizio Zani - XageneFinanza2004



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer