Nuovi taglio di personale in Telecom Italia


22 Aprile 2010 - I delegati di Telecom Italia hanno comunicato a Cgil, Cisl e Uil il numero dei tagli di personale che saranno effettuati entro il 2012 dall’azienda guidata da Franco Bernabè.

Anche se nell’incontro svoltosi lunedì 19 non è mancata la solita guerra di cifre,il risultato non viene modificato: oltre 4.500 dipendenti della società dovranno lasciare il lavoro nell’arco di due anni e mezzo circa.

Prosegue quindi a tamburo battente il ridimensionamento del maggiore gruppo di telecomunicazioni italiano.
Il dato fornito dalle associazioni sindacali è tuttavia maggiore: per Cgil, Cisl e Uil il numero egli esuberi è di 6.800 persone.
Secondo il delegato della Slc-Cgil, Micheli, se viene preso in considerazione il quinquennio compreso tra il 2008 ed il 2012 il numero totale degli esuberi sale a 13.000 persone, corrispondenti a circa il 20% dei lavoratori occupati dall’azienda in Italia.

Opposte le considerazioni di Telecom Italia, che invece considera i 2.200 licenziamenti aggiunti dai sindacati ai 4.500 annunciati come già previsti negli anni precedenti.

Maurizio Zani -XageneFinanza2010



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer