Petrolio: toccati i 98 dollari al barile


9 Novembre 2007 - Anche ieri, giovedì, è stata una giornata difficile a causa del prezzo del petrolio che ha sfiorato quota 100 dollari: dopo aver raggiunto e superato quota 98 dollari al barile mercoledì scorso, l' oro nero ha provocato un ennesimo tracollo sui mercati di tutto il mondo.

Il rialzo tende a raggiungere la soglia psicologica dei 100 dollari al barile, con pesanti conseguenze economiche per le imprese e per i consumatori.

Nel finale il prezzo del petrolio si è attestato sotto quota 96 dollari.

Si spera ora in un effetto benefico della decisione dell'Opec di rendere il mercato meno esposto alle spirali speculative aumentando dal mese prossimo la produzione. Tale decisione dovrà essere ratificata nel prossimo vertice dei Paesi produttori previsto il 5 dicembre ad Abu Dhabi.

L'Opec ha inoltre chiesto un rafforzamento della normativa che regolamenterà i mercati del petrolio al fine di ridurre le speculazioni. I produttori di greggio si sono detti disposti ad intervenire sulla produzione se il problema è la domanda, ma chiedono invece regole più stringenti sui mercati se la crescita dei prezzi è da imputare alle speculazioni.

Maurizio Zani - XageneFinanza2007



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer