Pirelli esce da Telecom Italia


2 maggio 2007 - La cordata italo-spagnola, formata da Generali, Mediobanca, Intesa Sanpaolo, Benetton e Telefonica ha preso il controllo di Telecom Italia, avendo ricevuto dal Condilio di Amministrazione ( cda ) della Pirelli, convocato sabato 28 aprile, l'o.k. all'offera di 4,1 miliardi di euro per acquisire il 100% di Olimpia, dove è custodito il 18% della società telefonica italiana.

Nascerà così la Telco, la nuova cassaforte dove verrà blindato il 23,6% di Telecom Italia; quota che potrà tuttavia essere incrementata in virtù di un aumento di capitale riservato a nuovi soci.

La notizia dell' accordo è stata data prima della riapertura dei mercati, lunedì 30 aprile, come richiesto dalla Consob.

Con questa mossa Pirelli incassa 3,3 miliardi di euro che, come comunicato, serviranno ad investire nuove risorse nel suo core business, soprattutto gli pneumatici, con il probabile riacquisto della Pirelli Tyre, ceduta lo scorso anno ad un gruppo di banche.

Con questa operazione passa all' incasso anche il gruppo Benetton: si parla di un introito di oltre 800 milioni, di cui 400 destinati a raggiungere l' 8,4% nella nuova cordata.

Gli spagnoli di Telefonica saranno il primo azionista singolo con il 42,3%.

Il riassetto di Telecom Italia prevede anche un patto parasociale che distribuisce le cariche nel gruppo: gran parte dei poteri saranno in mano ai soci italiani, che potranno indicare 13 consiglieri su 19 della società, mentre agli spagnoli andranno due posti in consiglio.
E di nomina bancaria ed italiana saranno anche presidente, vice presidente ed amministratore delegato.

Maurizio Zani - XageneFinanza2007



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer