Si rafforza il patto di sindacato di Banca Intesa


31 Dicembre 2005  - L' ingresso del finanziere polacco Romain Zaleski nel patto di sindacato di Banca Intesa rafforza la quota sindacata dal precedente 40% all' odierno 43,27%.

La partecipazione della Carlo Tassara, la cassaforte di Zaleski, con l' 1,59 % ed il contemporaneo ritocco delle quote sia della Fondazione Cariplo , ora al 9,27 % e del gruppo Generali, giunto al 7,27 %, danno nuova stabilità al controllo della banca milanese.

La percentuale vincolata al patto potrà tuttavia aumentare ancora.

Secondo gli accordi dello scorso maggio, sia la Fondazione Cariplo che le Generali potranno salire di un ulteriore 1,73 % ciascuno, così come il Gruppo lombardo, formato da Tassara, Banca Lombarda, Mittel e Ior potrà arrotondare la propria partecipazione di un altro 0,32 %.

Se tutti gli azionisti eserciteranno il loro diritto, la quota sindacata potrà raggiungere il 47 %.

Il riassetto annunciato nei giorni scorsi non modifica tuttavia l' elenco dei primi tre azionisti della Banca, guidato dal Crèdit Agricole, ma segna il sorpasso del Gruppo lombardo ai danni della Cassa di Risparmio di Parma, ferma al 4,25 %.

Maurizio Zani - XageneFinanza2005



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer